photo-1518707598572-8cf7dabd8f66.jpg

Team beMail31 agosto 20183min478

Si dice spesso che un’immagine vale più di mille parole. Sarà proprio per questo che le immagini e le fotografie sono così importanti, soprattutto quando applicate al marketing e alla pubblicità? All’interno del nostro approfondimento, vedremo come la scelta di un’immagine efficace, ossia che abbia successo nell’intento di attirare l’attenzione del lettore, possa aiutare a migliorare i dati relativi alle performance delle newsletter e come evitare gli errori comuni dell’email design. Le immagini, infatti, risultano avere un alto tasso di correlazione con il successo di una comunicazione commerciale. Affinché l’email possa garantire buone performance, non è sufficiente che la grafica risulti piacevole, anche se ovviamente delle immagini curate e gradevoli esteticamente aiutano. Le immagini vanno studiate e usate in maniera strategica al fine di prevenire eventuali difficoltà che possono avvenire nella fase di caricamento o di visualizzazione da parte del client di posta.

La prima best practice da ricordare sempre è quella di utilizzare immagini delle dimensioni giuste, affinché queste non risultino troppo pesanti nel caricamento delle email. Potrebbe stupire, ma pesi troppo eccessivi rientrano ancora tra gli errori comuni dell’email design. L’importante dunque è prestare un occhio di riguardo alle dimensioni, facendo particolare attenzione a ritagliare le immagini sulla base delle specifiche esigenze del canale email aiuta moltissimo. Infatti, se l’immagine risulta essere più grande del necessario, il messaggio tarderà a caricarsi, se invece è più piccola si avrà uno spiacevole effetto sgranato. Studiare immagini che si basano sul corretto numero di pixel è molto importante soprattutto in virtù degli schermi retina, che sono sempre più diffusi. Per questo tipo di tecnologia, è necessario avere immagini con un numero doppio di pixel, per cui va raddoppiata la dimensione dell’immagine rispetto allo spazio a disposizione nel template per essere sicuri di avere una corretta visualizzazione.

Inoltre, è davvero importante non dimenticare mai di inserire l’alt text dell’immagine, in quanto molti client di posta di default non permettono di visualizzare le immagini. Questo risulta in una comunicazione interrotta: capita spesso di vedere dei blocchi vuoti legati a una parte di testo che sembra sconnessa, in quanto questo è un altro degli errori comuni dell’email design. Ecco perché l’alt text di un’immagine dovrebbe essere pensato in maniera informativa e intelligente. Per un design efficace e che aiuta nella lettura del messaggio, bisogna assicurarsi che tutte le immagini riportino l’alt title, che non deve essere troppo lungo, perché potrebbe finire con lo spaginare il resto del testo e, quando possibile, dovrebbe contenere un link al suo interno.


5a0ef7375c6f5_o-1280x853.jpg

Team beMail21 novembre 20174min507

Il Black Friday è l’occasione di shopping più attesa negli Stati Uniti. Il venerdì nero, infatti, è stato importato in (quasi) tutto il mondo dagli USA dove il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, i negozi offrono super sconti dedicati allo shopping di Natale.

Questo appuntamento di shopping sfrenato viene definito come venerdì “nero” perché in passato i registri contabili dei negozianti prevedevano l’inserimento in rosso dei valori in perdita e in nero di quelli in attivo. Grazie alle promozioni offerte durante il Black Friday i valori in attivo, quelli in nero, superavano decisamente quelli in rosso. I numeri del fenomeno sono davvero importanti: basti pensare che il 70% degli americani che hanno pianificato un acquisto natalizio lo farà proprio durante il Black Friday approfittando dei significativi sconti proposti. Se possiedi e gestisci un e-commerce non puoi perdere questa ghiotta occasione per spingere il tuo fatturato e fidelizzare i tuoi clienti offrendo promozioni e ribassi esclusivi.
Quale miglior modo per parlare di te, dei tuoi prodotti e delle tue offerte dedicate al Black Friday se non attraverso l’invio di una newsletter dedicata? Ecco 3 consigli per realizzarla al meglio.

La newsletter rappresenta il mezzo di comunicazione ideale per ottenere più visite e incrementare le vendite nel tuo negozio online e offre una via vantaggiosa per coinvolgere gli acquirenti e fidelizzarli al tuo brand. Questi consigli per creare la tua newsletter per il Black Friday costituiscono ottime idee per promuovere la tua attività in modo efficace.

1) Promuovi in modo chiaro la tua offerta

Offrire promozioni è il modo più efficace per incrementare le visite del tuo store on line. Per fare ciò è importante che i tuoi potenziali clienti abbiano chiare le offerte di cui possono approfittare. Le promozioni possono assumere la forma di coupon, confezioni regalo gratuite, omaggi, bonus, spese di spedizione gratuite o qualsiasi altra cosa a cui puoi pensare per stimolare gli utenti e generare interesse.

Assicurati che le tue e-mail contengano le seguenti informazioni:
– Data di inizio della promozione
– Durata dell’offerta
– Prodotti coinvolti
– Caratteristiche e dettagli
– Condizioni per usufruirne

2) L’importanza della creatività

Dai libero sfogo alla creatività e crea un’identità visuale che richiami il tuo logo e i colori istituzionali.
In occasione del Black Friday va sottolineata l’eccezionalità del momento con una grafica per la newsletter che non passi inosservata, sottolineando adeguatamente il messaggio centrale: lo sconto. Utilizza immagini d’impatto, video, gif in grado di colpire l’utente e comunicare in modo efficace subito l’offerta dedicata.

3) Sottolinea la durata limitata

Le offerte del Black Friday hanno una durata limitata nel tempo: fai leva sull’urgenza del tempo che scorre.
Inserisci nella newsletter un countdown che sottolinei la scadenza dell’offerta per stimolare l’azione immediata dell’utente.

4) Non solo digitale…

L’invio di una newsletter rappresenta un’ottima occasione per comunicare con il proprio target non solo per gli store on line ma anche per i punti vendita fisici. Se hai un business locale promuovi i prodotti che i tuoi clienti possono acquistare con un ribasso di prezzo durante il venerdì nero dello shopping con l’obiettivo di veicolare il tuo marchio e generare nuove visite al tuo negozio.


email-service-provider.jpg

Team beMail15 maggio 20171min303

Una delle scelte fondamentali per chi fa business online (e non) è la scelta dell’ESP, ovvero dell’email service provider. Spesso questa scelta viene fatta senza le giuste basi di conoscenza e quindi può capitare di non esserne soddisfatti. La scelta deve difatti ricadere sul servizio migliore per il proprio business e non, come spesso capita, su quello meno peggio. Nel corso degli anni abbiamo incontrato vari clienti poco soddisfatti del loro ESP e abbiamo cercato di capirne i motivi.


thanik-you.png

Team beMail19 aprile 20171min394

Uno degli strumenti più utilizzati nella tua strategia di email marketing è sicuramente la Welcome email, ovvero l’email di benvenuto che viene inviata ai nuovi contatti che si scrivono alla tua lista. Si tratta di una breve email di presentazione amichevole che però fornisce il tuo biglietto da visita virtuale e quindi va considerata come molto importante.

Vediamo 5 esempi di email di benvenuto efficaci curiosando tra alcune aziende d’oltreoceano.