Come utilizzare le Immagini al meglio nelle Newsletter

31 agosto 2018457

Si dice spesso che un’immagine vale più di mille parole. Sarà proprio per questo che le immagini e le fotografie sono così importanti, soprattutto quando applicate al marketing e alla pubblicità? All’interno del nostro approfondimento, vedremo come la scelta di un’immagine efficace, ossia che abbia successo nell’intento di attirare l’attenzione del lettore, possa aiutare a migliorare i dati relativi alle performance delle newsletter e come evitare gli errori comuni dell’email design. Le immagini, infatti, risultano avere un alto tasso di correlazione con il successo di una comunicazione commerciale. Affinché l’email possa garantire buone performance, non è sufficiente che la grafica risulti piacevole, anche se ovviamente delle immagini curate e gradevoli esteticamente aiutano. Le immagini vanno studiate e usate in maniera strategica al fine di prevenire eventuali difficoltà che possono avvenire nella fase di caricamento o di visualizzazione da parte del client di posta.

La prima best practice da ricordare sempre è quella di utilizzare immagini delle dimensioni giuste, affinché queste non risultino troppo pesanti nel caricamento delle email. Potrebbe stupire, ma pesi troppo eccessivi rientrano ancora tra gli errori comuni dell’email design. L’importante dunque è prestare un occhio di riguardo alle dimensioni, facendo particolare attenzione a ritagliare le immagini sulla base delle specifiche esigenze del canale email aiuta moltissimo. Infatti, se l’immagine risulta essere più grande del necessario, il messaggio tarderà a caricarsi, se invece è più piccola si avrà uno spiacevole effetto sgranato. Studiare immagini che si basano sul corretto numero di pixel è molto importante soprattutto in virtù degli schermi retina, che sono sempre più diffusi. Per questo tipo di tecnologia, è necessario avere immagini con un numero doppio di pixel, per cui va raddoppiata la dimensione dell’immagine rispetto allo spazio a disposizione nel template per essere sicuri di avere una corretta visualizzazione.

Inoltre, è davvero importante non dimenticare mai di inserire l’alt text dell’immagine, in quanto molti client di posta di default non permettono di visualizzare le immagini. Questo risulta in una comunicazione interrotta: capita spesso di vedere dei blocchi vuoti legati a una parte di testo che sembra sconnessa, in quanto questo è un altro degli errori comuni dell’email design. Ecco perché l’alt text di un’immagine dovrebbe essere pensato in maniera informativa e intelligente. Per un design efficace e che aiuta nella lettura del messaggio, bisogna assicurarsi che tutte le immagini riportino l’alt title, che non deve essere troppo lungo, perché potrebbe finire con lo spaginare il resto del testo e, quando possibile, dovrebbe contenere un link al suo interno.