La Tua Newsletter di Pasqua: le dritte per non mancare l’obettivo!

28 marzo 2018361

Stai pensando di inviare la tua newsletter di Pasqua e sei alla ricerca di qualche idea originale?
Come qualsiasi comunicazione che abbia uno scopo commerciale e/o di marketing, la domanda che dovresti porti prima di iniziare a stendere il template della tua newsletter è: “Quali obiettivi mi pongo?”. Capire cosa vuoi raggiungere attraverso l’invio della tua newsletter di Pasqua è fondamentale per mettere a punto un messaggio efficace, che colpisca direttamente al punto.

Se il tuo obiettivo è quello di aumentare le visite in store potresti pensare di comunicare per tempo l’apertura straordinaria, legandolo magari al contesto di Pasqua e Pasquetta e alle necessità degli utenti. O magari hai un’eCommerce e vorresti approfittare del periodo pasquale per far impennare le vendite? Allora potresti impostare la comunicazione su promo speciali, molto valide e appetibili soprattutto in caso di brutto tempo.
L’orario e il giorno di invio sono estremamente importanti. Infatti, la comunicazione sulla quale vorresti investire di più dovrebbe arrivare ai tuoi utenti qualche giorno prima di Pasqua, in modo da intercettare anche coloro che si recheranno fuori città per il ponte pasquale. Al tempo stessso, potresti voler giocare con un invio di domenica sera, magari con un tono ironico che riguarda le abbuffate, soprattutto se ti trovi nel settore health&fitness o beauty.

Infine, un aspetto che dovresti considerare riguarda la newsletter di Pasqua in relazione con precedenti o successivi invii. Si tratta forse di un’email one-shot, che non rientra quindi in una campagna di più ampio respiro? In questo caso puoi dare libero spazio alla fantasia, sempre tenendo conto del tono di voce con cui si esprime il tuo brand.

Se, invece, sei abituato a comunicare più di frequente con il tuo target audience e le email fanno parto di una strategia di email marketing più articolata, che magari comprende una parte di automation, allora dovresti pensare a come sfruttare le comunicazioni via e-mail che precedono o seguono il periodo pasquale.
Facciamo un esempio pratico. Se possiedi o gestisti un’ecommerce ed hai pensato a delle promozioni speciali da riservare ai tuoi clienti o potenziali clienti per la Pasqua, allora il messaggio che ruota attorno a queste promozioni dovrebbe iniziare ad essere trasmesso in invii di email circa quindici giorni prima.
Un’altra ottima strategia può essere quella di inviare un piccolo reminder nei giorni che seguono la Pasqua, che comunica un senso d’urgenza nel ricevente e al tempo stesso l’opportunità di ottenere ancora uno sconto o una promo speciale. In questo caso il messaggio potrebbe essere “Per noi la Pasqua non è ancora finita” oppure “È ora di svelare la sorpresa all’interno dell’uovo”.