Le 15 migliori campagne di Email Marketing che tu abbia mai visto

9 agosto 201733

Ogni giorno la nostra mail è invasa da tonnellate di spam o funnel a cui ci siamo iscritti e di cui non ricordiamo nemmeno l’esistenza. Siamo tutti molti pigri e non ci prendiamo nemmeno il tempo per leggerle.

Però ogni tanto riceviamo delle mail che non solo ci colpiscono, ma sono talmente belle che decidiamo di aprirle, leggerle, cliccare sui contenuti e a volte condividerle con i nostri amici!

Queste campagne devono essere scritte in modo mirato, per attirare l’attenzione di chi ha magari una casella Inbox già piena. Le email di marketing devono essere personalizzate, con delle grafiche interessanti e costruite in modo da essere lette sia su mobile che su desktop. Ma soprattutto, le email devono contenere una call-to-action, ovvero una “chiamata all’azione”. Dopo tutto, se un brand sta chiedendo al cliente tempo e spazio nell’inbox, deve farlo con un obiettivo.

Starai ricevendo un numero altissimo di mail già oggi. È difficile quindi dire “” ad un’altra newsletter e comprenderne il valore. Abbiamo cercato quindi di selezionarne per te la lista delle nostre 15 preferite. Continua a leggere per comprendere non solo perché sono fatte bene, ma cosa le rende così importanti.

1) charity: water

Quando le persone parlano di email marketing, si dimenticano tutta la parte commerciale. Stiamo parlando di tutte quelle mail che ricevi nella casella di posta una volta che hai fatto l’azione X sul sito Y. Per esempio quando compili un form, compri un prodotto, accedi ad un servizio di infotainment. Spesso sono mail che vengono preparate e che poi non vengono mai attivate.

Beh, charity: water ha deciso invece di prendere molto sul serio questa parte. Una volta che viene fatta una donazione inizia un lungo percorso per tenere aggiornato il donatore in merito a dove stanno andando i suoi soldi. La maggior parte delle Associazioni non dice assolutamente nulla in merito a questo. Charity water ha invece inserito alcune immagini nella mail, tra cui una linea del tempo. In questo modo basta semplicemente aprire la mail e dare uno sguardo veloce per capire a che punto del progetto stanno i soldi donati.

Charity Water

2) BuzzFeed

Iniziamo col dire che BuzzFeed fa degli eccezionali oggetti della mail e della preview del testo. Sono molto brevi e concise, il che rientra perfettamente in quello che è lo stile di BuzzFeed. In particolar modo, l’anteprima del testo accompagna letteralmente l’oggetto della mail.

Se per esempio l’oggetto è una domanda allora l’anteprima del testo sarà una risposta. O se l’oggetto è un imperativo, come quello che vi mostriamo qui sotto, l’anteprima sembra il pensiero logico successivo che una persona avrà subito dopo.

Il copy all’interno della mail, non c’è bisogno che ve lo scriva, è altrettanto entusiasmante. Dai un’occhiata all’alt text laddove dovessi vedere delle immagini. Sia che siano presenti foto, sia che la tua connessione sia altalenante, l’email funziona comunque alla grande. Il che è davvero ragguardevole!

Senza immagini:

Buzz Feed No Foto

Con immagini:

Buzz Feed

3) Uber

La bellezza delle mail di Uber sta nella loro semplicità. Gli iscritti sono allertati con sconti e promozioni attraverso mail simili a quella che vedi qui sotto. È molto interessante come la parte iniziale sia molto breve e introduca subito la call-to-action. Geniale per catturare subito l’attenzione di quei clienti che guardano la mail con l’attenzione di un pesce rosso. Per chi invece volesse saperne di più, allora c’è la possibilità di approfondire con maggiori dettagli, ma sempre in modo semplice, passo per passo, con una spiegazione di come funziona la promozione.

Nelle mail di Uber troviamo inoltre grande coerenza tra il design delle mail e il brand stesso. Le email sono rappresentate da colori brillanti e pattern geometrici, così come il resto del suo materiale online. Tutto la comunicazione che viene lanciata da Uber, non importa con quale canale, racconta la storia del Brand e questa coerenza è un ottimo mezzo per fidelizzare il cliente. Eccone un esempio:

Uber

4) TheSkimm

La mail giornaliera di The Skimm è costruita davvero bene, soprattutto per quanto riguarda il suo design e i suoi paragrafi chiari, corti e incisivi. Ma la newsletter non è l’unico punto forte di The Skimm. L’interazione che ottiene con i sottoscrittori della sua mailing-list è davvero alta, al punto da ringraziarli per essere rimasti iscritti per ben 2 anni!

Le email lanciate per obiettivi, come per esempio gli anniversari o i compleanni, sono divertenti da ricevere. Chi d’altronde non vuole celebrare un’occasione speciale? La bellezza di una ricorrenza speciale comunicata via mail, è che non deve essere compilato alcun form da parte del sottoscrittore e valgono per tutta la lista! Ovviamente puoi modificare le tappe da festeggiare in base al tuo business model.

In questa mail infatti, il team di TheSkimm ha chiesto a chi ha ricevuto la mail se volesse guadagnare il titolo di ambassador grazie alla sua fedeltà verso il brand. Per ottenere questo risultato tuttavia, chi riceve la mail dovrebbe condividere il link con 10 persone!

The Skimm

5) Mom and Dad Money

Pensi di conoscere tutto in merito alle persone che leggono le tue mail? Quanto di quello che “conosci” è basato su supposizioni? Le migliori buyer personas che i brand si costruiscono sono quelle fondate su analisi approfondite attraverso sondaggi mirati, interviste e ricerche di mercato. Questo è esattamente ciò che fa Matt Becker di Mom and Dad Money, e lo fa davvero bene.

Qui c’è un esempio di una mail che ho ricevuto una volta dal suo brand. Non è speciale dal punto di vista del design, ma è proprio questo il punto. La leggi come fosse la mail di un amico, un collega che ti sta chiedendo un favore.

Non solo la mail iniziale è stata ottima, ma la replica alla risposta è stata anche migliore. Pochi giorni dopo aver risposto al questionario, è stata mandata anche una lunga e dettagliata mail personale da Matt che ringraziava per averlo aiutato compilando il test. Matt inoltrava tonnellate di consigli utili e link a risorse indicate alle risposte che erano state date. Questo acume nel business, abbinato ad un’alta dote comunicativa e la dedizione al lettore non sono molto comuni.

Mom And Dad Money

6) Poncho

Alcune delle migliori mail abbinano un design super semplice ad un copy chiaro e semplice. E per sceglierne uno su tutti vi consigliamo quelle di Poncho, che inoltra mail personalizzabili con le previsioni del tempo, da ricevere nella propria casella inbox ogni mattina. Sono molto colorate, con immagini, GIF animate e molto semplici da scorrere. Il copy è breve con alcuni giochi di parole eccellenti e allineati al brand. Giù il cappello a Poncho per il design!

Poncho

7) Birchbox

L’oggetto di questa mail è stato ciò che ha portato le persone ad aprire la mail di Birchbox in questione. Diceva: “Abbiamo dimenticato qualcosa nella tua box di febbraio!”. Ovviamente, se poi ti leggi la mail allegata qui sotto, non si erano dimenticati nulla da mettere fisicamente nella box. Semplicemente è un modo interessante per colpire l’attenzione dei tuoi clienti.

Come vedrai, il codice sconto riguardava un bonus per “Rent the Runway”, una società che affitta abiti, in linea con le clienti di Birchbox, che sicuramente non avranno disdegnato. Un co-marketing eccezionale.

BirchBox

8) Postmates

Dobbiamo dirlo, le GIF sono facili da usare, divertenti e hanno un impatto emozionale molto alto. Per questo motivo Postmates ne mette di graziose da guardare all’interno delle sue mail e ti fa anche venire voglia di Chilli! (forse in Italia è meglio usare una bella pizza)

Ma il senso è che puoi usare le GIF come un bel header o per catturare l’attenzione dei tuoi clienti in una data parte della mail o, perché no?, per mostrare il tuo prodotto/servizio in azione.

Postmates

9) Dropbox

Puoi pensare che sia difficile apprezzare una mail da un Brand di cui non hai usato il prodotto/servizio. Ma Dropbox ha trovato il modo per creare il suo “Torna da noi” carino e coccoloso, anche grazie ad un paio di bizzarre emoticon.

Le email sono corte e delicate, per enfatizzare il messaggio che Dropbox non vuole disturbare il cliente, bensì vuole solo ricordare che il Brand esiste e potrebbe essere d’aiuto. Se anche tu crei questo tipo di mail, puoi includere una sorta di incentivo al cliente per rientrare ad utilizzare il servizio, come un coupon a tempo.

Dropbox

10) InVision App

Ogni settimana, il team di InVision invia una raccolta dei loro migliori blog post, i loro migliori link della settimana e un contest per vincere una t-shirt. Ogni tanto fanno sondaggi divertenti per alimentare il blog. È stato anche chiesto “Cosa faresti se Internet non esistesse?”.

La neswletter di InVision’s è quindi un ottimo mix di contenuti, ma anche un buon equilibrio di immagini e testo, il che lo rende facilmente leggibile da mobile e desktop. Un’ottima strategia, perché le loro mail sono lunghissime. Punto a loro favore anche per il bottone della call-to-action.

InVision

11) Warby Parker

Questa è una mail piuttosto vecchia e di stampo americano, quindi cercheremo di capire insieme l’eccezionalità della cosa. Evidentemente nel momento in cui si sottopone ad una visita oculistica ed è iscritto a Warby Parker, l’americano medio inserisce i dati nel database del sito. In Italia il cliente dovrebbe essere “spronato“.

Tuttavia la personalizzazione di questa mail è talmente alta che è stata inserita in queste 15 migliori lettere di email marketing. Sì, perché alla scadenza della prescrizione Warby Parker, che vende occhiali, non solo ricorda dell’imminente termine, ma suggerisce anche dove comprare un nuovo paio di occhiali!

Per questo motivo non c’è miglior scusa per buttarsi in uno shopping sfrenato.

Warby Parker

12) Cook Smarts

Non solo Cook Smarts inoltra deliziose ricette sotto forma di piano settimanale nella tua inbox ogni settimana, ma il loro layout è straordinario. Ogni mail si suddivide in tre diverse sezioni: una per il menu, una per gli “how to” e una per i consigli. Questo significa che non dovrai rincorrere le notizie per il blog, ma dopo una mail o due saprai perfettamente dove guardare.

È molto interessante anche la parte “Invia ad un Amico” nella zona in alto a destra della mail. Le email sono super condivisibili via mail a chiunque tu voglia.

Cook Smart

13) HireVue

“Dire addio non è mai facile… Per questo abbiamo pensato di darti un’altra possibilità e ripensarci”. Questo è l’oggetto della mail – chiaramente automatica – nel momento in cui ci si cancella da HireVue. È molto bello il messaggio: semplice e che non fa sentire in colpa il cliente, con un headline divertente e con un bottone di call-to-action eccellente.

Il design e il copy sono di ottima qualità, ma un applauso va al team di Hire Vue che ha inoltrato di sua spontanea volontà questa mail a chi non apre la newsletter da troppo tempo. È una mossa brillante quella di fare pulizia della lista di tanto in tanto di chi non apre le mail, poiché un basso tasso di apertura può seriamente danneggiare il tuo risultato finale.

Hire Vue

14) Paperless Post

Quando pensi alle mail delle vacanze, probabilmente la tua mente salta subito a Natale. Tuttavia ce ne sono altre sparse lungo tutto l’anno che dovresti conoscere.

Prendi l’esempio di Paperless Post. L’header offre subito una chiara call-to-action con un senso di urgenza reale. Proseguendo, il sun-header mette il lettore nella posizione di chiedersi “Aspetta, quando è la Festa della Mamma? Le ho comprato qualcosa, un biglietto?”. Il copy è semplice e abbinato ad un design a griglia, facilmente scorribile con gli occhi. Ogni biglietto è una call-to-action, cliccabile e acquistabile.

Paperless Post

15) Stitcher

Come esseri umani tendiamo a desiderare esperienze personalizzate. Quindi quando le email paiono ritagliate su misura, ti senti speciale. Ti sembra di non ricevere quello che ricevono tutti. Ti sembra che il Brand ti conosca in qualche modo e che tenga alle tue preferenze.

Fa parte di questo gruppo StitcherRecommended For You“. Benché le persone ascoltino sempre le stesse cose, Stitcher aiuta i suoi clienti a trovare altri contenuti simili che probabilmente nemmeno guarderebbero senza il suggerimento di qualcun altro.

Questa e-mail fa anche un uso brillante di responsive design. I colori sono luminosi, non è difficile da scrollare, né tanto meno da cliccare. Le call-to-action sono grandi a sufficienza anche per chi ha i pollicioni grossi, e apre la mail dal proprio smartphone. Infine, la mail via mobile permette di aprire l’app che su desktop non c’è!

Stitcher Post

Queste sono solo alcune delle mail che si possono trovare online. Il nostro consiglio non è solo quello di seguire le così dette best practice, ma di testarle in base alle tue esigenze di Business. Ogni invio di e-mail deve essere seguito dall’analisi dei risultati per avere un senso, altrimenti non ha valore.