Una lezione di email marketing da parte di Google

1 giugno 2017235

Se hai un’attività ti sarà capitato di ricevere una lettera via posta tradizionale da parte di Google. Ti sei mai chiesto come mai non ti è stata spedita un’email anziché una lettera in formato cartaceo? Cerchiamo di capirne la scelta…

Partiamo dal presupposto che l’email è gratuita, non ha barriere di ingresso e quindi chiunque può scriverci. E’ positivo perché permette un contatto immediato ma ci potrebbe essere il rischio che non venga letta perché assieme ad altre 100 o che filtri antispam fermino la nostra comunicazione.

Di conseguenza, alcune grosse aziende, hanno deciso di utilizzare e continuano a farlo la posta tradizionale per comunicazioni per loro importanti. Il loro pensiero è: voglio entrare in contatto con un mio potenziale cliente nella maniera più chiara e diretta possibile, cogliendo la sua attenzione. Sì, perché se ci pensi, quando ricevi una lettera quasi sicuramente andrai ad aprirla, soprattutto ai giorni d’oggi dove le comunicazioni via posta tradizionale sono poche. Quindi la scelta in questo caso è sicuramente vincente.

Non stiamo ovviamente dicendo di inviare lettere anziché email, ma stiamo ragionando sul fatto che il farsi notare è ormai un elemento davvero fondamentale e vogliamo sottolineare alcuni elementi importanti per la tua comunicazione.

– L’email diventa super efficace quando hai il permesso e l’attenzione del destinatario e sei certo che le tue e-mail verranno lette dal tuo utente. Per questo il double opt-in risulta fondamentale. Per tornare a Google.. utilizza difatti i dati che hai inserito quando hai registrato la tua attività su uno dei loro servizi (come per esempio Google Business) inviando la cartolina di attivazione per l’inserimento della tua attività.

– Utilizza una piattaforma di invio professionale: il costo è basso e questo ti consentirà di analizzare al meglio l’efficacia delle tue email (aperture, clic, etc). Inoltre avrai una minore possibilità di essere classificato come spam e quindi le tue email raggiungeranno con più probabilità la casella di posta dei tuoi utenti (nel caso di Google la piattaforma è stata la posta tradizionale)

– E’ importante costruirsi la propria lista. All’inizio è utile farsi aiutare da chi può fornire invii targettizzati alla sua lista per fare conoscere il tuo servizio, ma con il tempo è consigliato iniziare a costruirsi una lista propria attraverso un’attività di lead generation

In tutto questo, per tornare all’inizio di questo articolo, non dimenticarti della classica posta tradizionale: in alcuni casi questo può essere decisamente efficace soprattutto per attività mirate ed economicamente rilevanti.